LogoPdTLineareNEWVERSION
LogoPdTLineareNEWVERSION

Privacy Policy

Cookie Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

prendiamocideltempo.it

L'ortica

Natura, Naturopatia, natura, rimedi naturali, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, curarsi con le erbe, cure naturali, naturopatia, erbe, ortica, ortiche, erbe medicinali, medicina naturale,

L'ortica

Preziosa fonte di clorofilla!

0008ortica-1587074229.jpg

Lungo i fossati, attorno alle case di campagna, agli orti, in terreni incolti, freschi e umidi troviamo l’Ortica, una bellissima pianta dal colore brillante e vivo dato da un alto contenuto di clorofilla, che ci da subito una sensazione di vitalità!

 

Erbacea spesso bistrattata, per la sua caratteristica urticante, l’ortica (Urtica dioica) appartiene alla famiglia delle urticaceae, è una pianta erbacea perenne con fusto eretto che raggiunge il metro e mezzo di altezza, le sue foglie sono opposte, ovali o lanceolate, dal margine dentato e sulla superficie hanno numerosi peli urticanti che possono irritare la pelle ma che in realtà fanno molto bene, in particolare per chi soffre di problemi #articolari, perché stimola il microcircolo e di conseguenza porta il sangue in superficie, apportando calore e sciogliendo il freddo e l’umido che si ha nei problemi articolari.

 

Usata in passato per la tessitura, come alimento, come rimedio popolare contro la tosse, la diarrea, le emorroidi, l’orticaria, era la pianta più utilizzata dalla medicina tradizionale.

Ancora oggi l’ortica è una delle piante medicinali migliori che ci offre la natura!

Il suo colore verde brillante, come abbiamo già detto, è dato dalla presenza della clorofilla, potentissimo tonico ricostituente fisico e mentale, antianemica, nonché normalizzante della flora intestinale, che rende la nostra ortica utile in caso di astenia, stanchezza ed esaurimento, anemia (per il contenuto di ferro), emorragie e anche in caso di disordini intestinali. Per la presenza di molti minerali e oligoelementi è un ottimo rimineralizzante. E’ molto utile anche nel periodo post influenzale in quanto depura (dai residui dei medicinali) e tonifica il corpo.

 

Il momento migliore per raccoglierla, prelevandone le cime, è la primavera, il momento in cui la pianta ci da il massimo della sua energia, ed è proprio in questa stagione che possiamo utilizzarla per un programma di depurazione generale e di eliminazione della ritenzione idrica in quanto l’ortica è una pianta diuretica, disintossicante e ottima depuratrice del sangue .

 

Per una cura depurativa primaverile possiamo bere una tazza di tisana di ortica mezz’ora prima della colazione, a digiuno, e altre due tazze da sorseggiare durante il giorno, per almeno un mese.

Si dice che chi si cura in primavera con l’ortica non si ammala tutto l’anno!!!!

 

Il modo migliore per consumarla è fresca come alimento in risotti, frittate, ravioli , ed è utile soprattutto a chi adotta regimi alimentari vegetariani o vegani poiché ha un’alta concentrazione di proteine vegetali, di silicio, sali minerali e ferro!

 

Si può utilizzare sotto forma di decotto, o come succo fresco che possiamo trovare anche in commercio nelle erboristerie o fatto da noi; possiamo trovarla anche essiccata pronta per infusi , in Tintura Madre e in compresse.

 

L’ortica è utile anche in caso di reumatismi, artrite, sciatalgia, perché è antinfiammatoria e analgesica, sotto forma di infuso da bere o da aggiungere ad un bagno caldo. I suoi semi, invece, lasciati a macerare nel miele e vino sono sono ottimi espettoranti.

 

L’ortica è anche una pianta che cura le piante!

E’ impiegata in agricoltura biodinamica come rimineralizzante del terreno e antiparassitario naturale, perché ricca di sali minerali e azoto.

Si può ricavare un macerato delle foglie e spruzzandolo sulle piante o su ortaggi attaccati da insetti agisce subito senza nuocere agli insetti o agli ortaggi che poi mangeremo, mentre spargendolo sul terreno lo fertilizza evitando l’uso di altri fertilizzanti di sintesi.

 

Insomma, che dire, se non che l’ortica è un tesoro di virtù curative!

Hai domande o curiosità?! Cosa aspetti: commenta!