LogoPdTLineareNEWVERSION
LogoPdTLineareNEWVERSION

Privacy Policy

Cookie Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

prendiamocideltempo.it

Risotto con cavolo viola

Cucina, Primi, primi, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, primi piatti, risotto, risotto con cavolo cappuccio, viola, piatti colorati, brodo vegetale, cavolo, cavolo cappuccio, cavolo viola, risottino,

Risotto con cavolo viola

Esplosione di colore e di primavera!

116risotto-cavolo-violaa-1588325452.jpeg

Cosa ne pensate di un piatto coloratissimo e vivace?!
Io lo trovo davvero festoso questo Risotto con il cavolo cappuccio viola e, spesso, la natura ci offre davvero dei prodotti che da soli bastano a ragglerare l'animo!!!
Ovviamente, io non sarei io, se non mi giocassi l'asso di mazze con briscola a bastoni: bando alle diete e via di guanciale croccante su una crema di ricotta per guarnire il piatto e spiazzare il palato!!! Perché il colore è nulla senza contraccolpi di gusto!


Il Piatto

 

Difficoltà: media

Preparazione: 60 minuti

Cottura: in pentola e in tegame, sul fuoco

Dosi: per 4 persone

Costo: basso


Ingredienti

 

  • 380gr di Riso carnaroli
  • 1/2 cavolo cappuccio viola
  • 100gr di ricotta
  • 50ml di latte
  • 100gr di guanciale
  • Una cipolla
  • Un gambo di sedano
  • Una carota
  • Mezzo bicchiere di vino rosso
  • Una noce di burro
  • Una manciata di Parmigiano Reggiano
  • Uno spicchio d'aglio
  • Olio E.V.O. q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Sale q.b.

 


Realizzazione

 

Una mezz'oretta prima di iniziare a cuocere il riso, preparate il brodo vegetale versando in una pentola un litro e mezzo di acqua in cui aggiungerete il sedano, mezza cipolla, la carota, del sale!!!

Nel frattempo ci possiamo dedicare alla pulizia del cavolo cappuccio viola.

Eliminate le foglie esterne, più coriacee, e procedete ad affettare la metà del cavolo a julienne: lavatelo bene e mettete da parte le striscioline più tenere e piccole che sbollenterete per qualche manciata di secondi in acqua, passerete in una ciotola contenente acqua e ghiaccio e lasciarete da parte per guarnire il piatto.

 

Preparate anche la ricotta, lavorandola con il latte sino ad ottenere una consistenza abbastanza liquida.

 

Intanto, versate dell'olio evo in un tegame, uno spicchio d'aglio, scaldatelo appena e buttate dento il resto del cavolo, salate, coprite e, a fuoco bassissimo, fatelo appassire per bene.

 

Appena il brodo sarà pronto per essere utilizzato, versate il riso in un tegame capiente, ponete sul fuoco e procedete alla tostatura mescolando di continuo con l'aiuto di un cucchiaio di legno.

 

Quando il riso inizierà a sprigionare un intenso odore di amido, vorrà dire che potrete passare alla cottura vera e propria. Iniziate ad aggiungere un mestolo di brodo vegetale, mescolando sino a quando il riso non avrà assorbito tutto il brodo.

Procedete poco alla volta: aspettate sempre, prima di fare un'aggiunta di brodo, che il riso abbia assorbito quello precedente.

 

A metà cottura aggiungete il cavolo stufato in in tegame, e continuate a cuocere aggiungendo altro brodo.

 

Nel frattempo che il riso continua la sua cottura, tagliate il guanciale molto sottile e, a fuoco basso, fatelo sfogare in una padella a secco sino a quando sarà colorato e croccante.

 

Una volta ultimata la cottura del riso, spegnete la fiamma e mantecate aggiungendo il burro e il Parmigiano Reggiano. Regolate di sale e spolverate con una manciata di pepe nero.

116risotto-cavolo-violab-1588326213.jpeg

Io ho impiattato il riso così.

Una volta messo nel piatto, l'ho battuto sotto col palmo della mano in modo da livellarlo per bene. Ho fatto colare la #ricotta su un lato, disposto sopra il cavolo sbianchito e qualche lamella di guanciale croccante.

Portate in tavola ben caldo e... buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!