LogoPdTLineareNEWVERSION
LogoPdTLineareNEWVERSION

Privacy Policy

Cookie Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

prendiamocideltempo.it

Frittata di pasta

Cucina, Primi, Piatti tipici regionali, pasta, piatti tradizionali, primi, frittata, cucina, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, piatti tipici regionali, piatti campani, primi piatti, frittata di pasta, pasta fritta,

Frittata di pasta

Spessa e morbida da mordere!

100frittata-di-pastaa-1588258511.jpg

Frittata di pasta, vuol dire Napoli, Campania. Vuol dire anche preparare un piatto che va bene per tantissime occasioni: pic-nic o gita fuori porta, aperitivo rinforzato, cenetta finger food, pranzo a tavola con i parenti e via discorrendo... La forza di questa preparazione sta anche nel fatto che potrete far frittata con qualsiasi tipo di condimento voi decidiate di condire la pasta. Ovviamente io vi consiglio sempre una base senza pomodoro: ad esempio, potrete condirla con del tonno, olive, acciughe, carciofi, asparagi, prosciutto ecc ecc. L'importante sarà sempre far amalgamare bene la nostra pasta con il suo condimento e poi via, se ne fa frittata. 


Il Piatto

 

Difficoltà: bassa

Preparazione: 45 minuti

Cottura: in padella e in pentola, sul fuoco

Dosi: per 4 persone

Costo: basso


Ingredienti

 

  • 250gr di spaghetti
  • 5 uova
  • 100gr di guanciale
  • 50gr di pecorino romano
  • 20gr di Parmigiano Reggiano
  • 50gr di olive verdi in salamoia
  • 100gr di Caciocavallo (o altro formaggio a pasta molle)
  • Olio E.V.O. q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.

Realizzazione

 

Mettete a bollire abbondante acqua salata e, nel frattempo, occupatevi del resto.

 

In una terrina capiente sbattete le uova, salate e aggiungete il pecorino romano, il parmigiano reggiano, il caciocavallo tagliato a tocchetti, le olive denocciolate e tagliate a rondelle e una presa di pepe nero.

 

Questo è il primo passaggio fondamentale per la buona riuscita: non lesinate sulla quantità delle uova!!!

 

Passate al guanciale.

Tagliatelo a tocchetti e mettetelo in padella senza aggiungere altri grassi: fuoco bassissimo perché dovrà, come si dice, 'spurgare' ossia rilasciare i suoi grassi grazie ai quali si rosolerà.

Non alzate il fuoco per accorciare i tempi: i grassi tenderanno al punto di fumo e, bruciandosi, perderete tutta l'aroma caratteristica del guanciale.

 

Quando l'acqua avrà raggiunto il bollore, calate la pasta. Scolatela un paio di minuti prima del tempo indicato sulla confezione.

Tuffatela nella padella con il guanciale e, a fuoco spento, mantecatela per qualche minuto.

Una volta assorbito per bene il grasso del guanciale, trasferite il tutto nella ciotola con le uova sbattute.

Amalgamate per bene.

 

Ora, il secondo passaggio fondamentale per questo piatto: le dimensioni della padella in cui cuocerete la frittata. Dovranno sempre essere proporzionate alla quantità di pasta e la padella, dovrà essere di quelle con il bordo molto alto rispetto al diametro. Per intenderci io ho utilizzato, per le dosi indicate in ricetta, una padella da 22cm di diametro e un'altezza di 8cm!!!


Mettete un filo d'olio Evo in padella, fatelo scaldare e aggiungetevi la pasta con le uova.Coprite, fiamma bassa (altrimenti brucerà all'esterno e rimarrà cruda al cuore) e fate cuocere sino a quando il fondo non sarà bello abbrustolito. Aiutandovi con lo stesso coperchio, rigirate la frittata e finite anche dall'altro lato la cottura.

100frittata-di-pastab-1588259182.jpg

Una volta cotta, fatela raffreddare e...buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!