LogoPdTLineareNEWVERSION
LogoPdTLineareNEWVERSION

Privacy Policy

Cookie Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

prendiamocideltempo.it

Macco di fave fritto

Cucina, Antipasti, frittura, fritto, antipasti, cucina, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, pasta col macco di fave, macco di fave, cucina di recupero, frittata di pasta, pasta fritta, cucina semplice, macco di fave fritto, sfizioso, panatura, olio di arachidi,

Macco di fave fritto

La cucina di recupero riveste oramai (e per fortuna, aggiungerei) una grande importanza anche nei ristoranti stellati!

143macco-di-fave-fritto-1589813295.jpeg

La cucina di recupero riveste oramai (e per fortuna, aggiungerei) una grande importanza anche dal punto di vista etico!

E nell'universo delle ricette di recupero, le frittate di pasta monoporzione rappresentano un punto fisso: basti pensare allo street food partenopeo e alla loro presenza immancabile nel cuoppo di terra! 

Ma anche qui in Sicilia, la frittatina di pasta ha una sua valenza precisa: proprio per questo motivo vi voglio presentare il macco di fave fritto, golosissime formelle di pasta col macco di fave fritto. Durante il periodo di Maggio lo si preparara spesso e lo si trova fisso nei menù degli agriturismi o dei ristorantini montani tra la carrelata di antipasti.

Per realizzare il macco di fave fritto ci vuole davvero poco ma, ovviamente, trattandosi di piatto di recupero, andremo ad utilizzare il macco di fave fatto a pranzo o addirittura il giorno prima.


Il Piatto

 

Difficoltà: bassa

Preparazione: 120 minuti

Cottura: In padella, sul fuoco

Dosi: 4 persone

Costo: basso


Ingredienti

 

  • 150gr circa di pasta col macco di fave
  • 2 uova intere
  • Pangrattato q.b.
  • Pecorino q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio di semi di arachidi q.b.

Realizzazione

 

Per poter fare il macco di fave fritto, dovrete aver precedentemente preparato il macco di fave. Calate, quindi, più pasta di quella che consumerete in modo tale da avere un 'avanzo' da trasformare in queste deliziose formelle fritte.

Se non avete ancora fatto il macco di fave, dopo esservi fustigati per la mancanza tremenda, guardate la ricetta su Prendiamoci del Tempo e preparatelo!

Per preparare formelle di macco di fave fritto per quattro persone, vi serviranno circa 150-170gr di pasta col macco di fave

La ricetta del macco di fave, ve l'ho proposta con della pasta mischiata ma, in previsione del macco di fave fritto, ho utilizzato delle linguine spezzate a mano per il macco: credo siano più 'comode' da gestire durante il taglio delle formelle.

 

Prendete il vostro macco di fave avanzato e stendetelo su un foglio di carta forno livellandolo ad uno spessore di mezzo centrimetro abbondante: cercate di dargli una forma rettangolare. Una volta steso e formato il vostro rettangolo di maco di fave, tagliatelo in quadrotti più o meno regolari.

 

In una terrina sbattette le due uova con sale e pepe

In un'altra ciotola, preparate un mix di pangrattato con una presa di pecorino grattugiato.

Portate ad una temperatura di circa 170°C l'olio di arachidi in padella e procedete in questo modo.

 

Prelevate le formelle di macco di fave e ripassatele prima nell'uovo, poi nel mix di pangrattato e pecorino. Quindi, friggetele poche per volta e levatele dall'olio appena si saranno dorate da entrambi i lati: non dovrete farle cuocere all'interno, quindi quello che ci interessa sarà solo formare fuori una crosticina croccante e asciutta!!!

 

Fatele scolare dall'olio in eccesso su qualche foglio di carta assorbente, dopodiché trasferitele su un piatto di portata e ... buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti, commenta!!!