LogoPdTLineareNEWVERSION
LogoPdTLineareNEWVERSION

Cookie Policy

Privacy Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

Pasta al forno

30-03-2021 00:00

Prendiamoci del Tempo

Primi, Tradizionali, Food porn, Piatti unici, Comfort food, piatti tradizionali, frittura, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, piatti tipici regionali, piatti calabresi, primi piatti, pasta al forno,

Pasta al forno

La pasta al forno. In versione rigorosamente terrona e calabresazza! Di certo, e questo lo sapete, non è un piatto light: ma noi, in calabria, giochiamo...

056pastaalfornonewa-1616862061.jpeg

La pasta al forno.

In versione rigorosamente terrona e calabresazza!

Di certo, e questo lo sapete, non è un piatto light: ma noi, in calabria, giochiamo un all-in da poker culinario come pochi ne esistono.

L'opulenza di questa versione potete ammirarla in tutto il suo splendore solo solo dalla lista degli ingredienti, pressoché interminabile. A ciò, si aggiunga il carico dei salumi, soppressata o sotizzu (o entrambi e crepi l'avarizia!).

Ovviamente la versione che vi propongo è quella di casa mia e, per non far torto a nessuna ed evitare quindi una faida familiare, ho messo assieme il come la faceva nonna e come la fa mamma.

Niente besciamella, sennò ci si appesantisce, e dosi che, per quanto uno prova a contenersi vengono buone per una intera banda!

Ma letteralmente, eh!

E', infatti, il piatto della festa e non esiste festa di paese senza la banda che, andando su e giù per le vie, suona le sue marce sottolineando la ricorrenza facendoti immaginare più che la bancarella in piazza o i fochi d'artificio, ciò che troverai per pranzo una volta rincasato.

Modi di dire, signori, che sono essenza stessa di un tempo scandito in modo regolare da tradizioni consolidate. Quindi, immaginate anche voi di doverla offrire ad una pletora di bandisti affamati dopo una giornata di duro lavoro dietro i loro strumenti da strada e preparatevi questa pasta al forno.


Il piatto

 

Difficoltà: bassa

Preparazione: 60 minuti (più il tempo di preparazione del ragù)

Cottura: In padella, in pentola e in teglia, sul fuoco e in forno

Dosi: per 4 persone

Costo: medio


Ingredienti

 

  • 300gr di pasta corta (tipo tortiglioni)

 

Per il ragù

  • 350gr di macinato di manzo
  • 700ml di salsa di pomodoro
  • Uno spicchio d'aglio
  • Mezza cipolla
  • Un gambo di sedano
  • Una carota
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • Olio E.V.O. qb
  • Sale q.b.

 

Per le polpettine

  • 150gr di macinato di manzo
  • 1 uovo
  • Una fetta di pane casereccio
  • 1/2 bicchiere di latte
  • Un ciuffo di prezzemolo
  • Parmigiano Reggiano q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio di semi di arachidi q.b.

 

Inoltre

  • 3 uova sode
  • 150gr di salsiccia calabrese o di 'soppressata'
  • 100gr di formaggio a pasta filata
  • 100gr di prosciutto cotto
  • Parmigiano Reggiano q.b.
  • Olio E.V.O. q.b

Realizzazione

 

Qui sul blog, trovate già belle e pronte le due ricette base per il ragù di carne e per le polpette.

Utilizzate solo le dosi indicate in questa ricetta, seguendo il metodo di preparazione che già trovate su Prendiamoci del Tempo

Il ragù di carne

Dovrete tenerlo lievemente più 'liquido' rispetto al ragù bolognese classico perché, dovendo poi cuocere in forno assieme alla pasta, rischiate che diventi troppo secco davvero.

Lunga cottura si, ma diciamo che un paio d'ore bastano e avanzano.

Per il resto, come farlo lo trovate al link qui sotto

Le polpettine

Vorreste davvero credere che la quantità di carne del ragù basti a fare una pasta al forno calabrese?! 

ILLUSI!

Ci vogliono le polpettine, prima fritte e poi tuffate nel ragù.

Anche per queste, esiste già la ricetta su Prendiamoci del Tempo: dovrete solo avere cura di formarle di circa 1cm di diametro, per utilizzarle in questa pasta al forno e, dopo averle fritte nell'olio di semi, aggiungerle al ragù.

Preparato il ragù e le polpettine, non siete ancora pronti ad assemblare la pasta al forno!

Prima, dovrete lessare le uova, sminuzzare la soppressata calabrese o lu sotizzu o entrambi!, tagliare a tocchetti la provola e sminuzzare il prosciutto cotto.

 

E ora si, assembliamo tutto!

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela bene al dente.

Versatela in una ciotola capiente e iniziate a condirla con il sugo di carne. Aggiungete la salsiccia (o la soppressata), il prosciutto cotto. Un filo di olio EVO e mescolate per bene il tutto.

 

Distribuite sul fondo della teglia qualche cucchiaio di sugo: adagiatevi sopra uno strato di pasta, quindi cospargete con del parmigiano e aggiungetela provola, e le uova sode tagliate in modo grossolano.

 

Versate, quindi, la rimanente pasta e finite con uno strato generoso di parmigiano e un filo di olio EVO.

Infornate in forno ventilato preriscaldato a 190° per circa 20 minuti, sfornate fate intiepidire, fate entrare i bandisti a casa e... buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder