logopdtlinearenewversion
logopdtlinearenewversion

Cookie Policy

Privacy Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

Lasagna

17-10-2021 10:13

Prendiamoci del Tempo

Primi, Tradizionali, Food porn, Piatti unici, Comfort food, piatti tradizionali, primi, cucina, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, piatti tipici regionali, lasagna, lasagne, primi piatti, food porn,

Lasagna

Dunque: non l'ho chiamata 'bolognese', io rivendico la mia calabresità e a casa mia le lasagne si son sempre fatte con la sfoglia bianca! Andiamo avanti...

206lasagna-1634055623.jpg

Dunque: non l'ho chiamata 'bolognese', io rivendico la mia calabresità e a casa mia le lasagne si son sempre fatte con la sfoglia bianca!

Andiamo avanti.

Il Moccuso, di recente, ha messo l'apparecchio estensore ai denti: una roba che strizza l'occhio ai più raffinati strumenti di tortura medioevali in voga all'epoca della caccia alle streghe. Con tutta quella ferraglia in bocca, fossi stato io, avrei dato di matto dopo 2 ore.

Ma i bambini, si sa, nascondono risorse laddove noi adulti vediamo solo ostacoli.

Sta di fatto che, suddetto Moccuso, è abituato a mangiare la qualsiasi: dal fegato con la cipolla, alle soppressate, ai fileja con i fagioli, passando per lo stocco e il baccalà, arrivando a spingersi anche a qualsiasi cosa che somigli ad un formaggio purchè sia puzzolente e pieno di muffe!

C'è finita a pastinella ed omogeneizzati. Fatti sempre da me, ovviamente, ma sempre pastinella con omogeneizzato era!

Allora la richiesta, subdola, furba, guizzante, scaltra, lesta:

'Papo, ma quando riuscirò a mangiare di nuovo, me le prepareresti le lasagne!?'

Con chiosa finale simil manganello vibrato tra Occipite ed Atlante:

'...sempre se hai tempo e non torni stanco da lavoro, altrimenti... LASCIA STARE!!!'

Ah. Avete presente il burro sciolto al sole?

Io: presente!

Ed ora che ha ripreso a mangiare anche il granito, nonostante l'accozzaglia sferruzzante che ancora porta in bocca, secondo quale principio di malvagità non avrei dovuto o potuto preparargliele!?

Tirare la sfoglia, sbianchirla, asciugarla: preparare il ragù e la besciamella. Ore di lavoro.

Però, d'altronde, scusatemi tanto: se non un enorme gesto d'amore, cos'altro mai potrebbe significare preparare una lasagna per qualcuno?


Il piatto

Difficoltà: media

Preparazione: 4 ore più 20minuti di cottura

Cottura: in pentola, in tegame e in teglia sul fuoco e in forno

Dosi: 4 persone

Costo: medio


Ingredienti

 

Per la sfoglia

  • 300gr di farina 00
  • 3 uova intere
  • 10ml di acqua

 

Per il ragù

  • 400gr di carne macinata
  • 700ml di passata di pomodoro
  • Olio Evo q.b.
  • Mezza cipolla rossa di Tropea
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 carota
  • 1 rametto di sedano
  • Mezzo bicchiere di vino rosso
  • Sale q.b.

 

Per la besciamella

  • 1 litro di latte intero
  • 80gr di burro
  • 80gr di farina 00
  • Un pizzico di noce moscata
  • Un pizzico di pepe nero

 

Inoltre

  • 150gr di Parmigiano Reggiano 36mesi

Realizzazione

Il ragù

Iniziamo dal ragù.

Il suo procedimento lo trave sul mio blog e vi basterà cliccare sul link sottostante.

Usate, però, gli ingredienti presenti in questa pagina (evitate, ad esempio, il latte) e lasciatelo un attimo più liquido rispetto al ragù classico: questo perché il passaggio ulteriore in forno tenderà ad asciugare i liquidi, quindi, il rischio è quello di ottenere una lasagna troppo asciutta.

La sfoglia

Anche per la sfoglia, sul blog trovate tutto il procedimento in un post dedicato di cui vi lascio il link:

Tirate le sfoglie dello spessore che più preferite: io usa la nonna papera e per le lasagne uso l'ultimo scatto così da avere una sfoglia sottile e molti più strati dentro la teglia!

Mi raccomando, sbianchite e fate asciugare le sfoglie: tutto il procedimento è ben spiegato nell'articolo dedicato sul blog.

La besciamella

Per la besciamella, sempre nel frattempo che il ragù sta pippiando, fate come segue.

Sciogliete il burro a fiamma bassissima e senza assolutamente farlo friggere. Levate il tegame dal fuoco e aggiungete a pioggia la farina, mescolando energicamente con una frusta. Aggiungete man mano il latte evitando che si formino grumi. 

Riportate sul fuoco, sempre a fiamma bassa, e mescolando di continuo, attendete che la besciamella si addensi: lasciatela lievemente più liquida del normale perché (come per il ragù) si andrà ad asciugare in forno.

Aggiungete infine, la noce moscata e il pepe nero.

Composizione e cottura

Disponete sul fondo della teglia qualche cucchiata di ragù.

Adagiatevi sopra uno strato di sfoglia di pasta: poi ancora ragù, besciamella e una generosa manciata di parmigiano. Continuate così sino ad arrivare ad un centimetro dal bordo della teglia. Non andate a filo altrimenti, in forno, inizierà a colare tutto fuori bruciando sul fondo del forno, fumo a go-go e poi dovrete ritinteggiare l'intera cucina!!!

Finite l'ultimo strato con una generosa dose di ragù, besciamella e parmigiano.

Infornate in forno già caldo a 200gr in modalità statica per poi passare alla funzione grill gli ultimi 5 minuti.

Sfornate, fate freddare lievemente e.... buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta?! Cosa aspetti: commenta!!!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder