LogoPdTLineareNEWVERSION
LogoPdTLineareNEWVERSION

Privacy Policy

Cookie Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

Ragù alla bolognese

19-09-2020 08:00

Prendiamoci del Tempo

Cucina, Piatti tipici regionali, Ricette di base, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, carne, preparazioni di base, ragù, slowcooking, lunga cottura, ragù bolognese, ragù alla bolognese, bologna,

Ragù alla bolognese

Io Bologna la rivivo ogni volta che ascolto una canzone di Guccini. Non so perché visto che lui, peraltro, è modenese d'origine. Ma probabilmente un perché...

164ragallabolognese-1599560629.jpeg

Io Bologna la rivivo ogni volta che ascolto una canzone di Guccini. Non so perché visto che lui, peraltro, è modenese d'origine.

Ma probabilmente un perché c'è. Credo esista sempre, un perché.

Sono quelle atmosfere magiche, dense, gonfie e così reali che ritrovo in ogni suo testo.

Atmosfere che mi rimandano a quegli odori che accompagnavano le mie domeniche mattine tra i vicoli e le strade di Arena, il mio paese natale, altrettanto ricchi e densi e gonfi e che sapevano di casa, di famiglia; quelli che lasciavano presagire senza timore o vergogna, spudoratamente direi, ciò che ognuno avrebbe mangiato a pranzo, di lì a poco.

Ecco, è così che immagino a volte Bologna, grazie ai testi di Guccini, all'una in punto nell'acciottolìo dei piatti, o dietro un muro che 'ogni suono fa passare', per via di questi voli pindarici legati ai miei ricordi .

Ve lo dicevo che esisteva: esiste sempre un perché.

E in attesa che il Jorge Luis Borges di turno mantenga la sua promessa e si metta a 'parlar personalmente col persiano', godiamoci questo ragù bolognese come fossimo in Via Paolo Fabbri.

Al numero 43.


Il Piatto

 

Difficoltà: bassa

Preparazione: in slowcooking o in pentola, sul fuoco

Cottura: 6 ore

Dosi: per 4 persone

Costo: medio


Ingredienti

 

  • 400gr di macinato di manzo
  • 500ml di passata di pomodoro
  • 70ml di vino bianco secco
  • 40ml di latte intero
  • Un gambo di sedano
  • Una carota
  • Mezza cipolla rossa di Tropea
  • Uno spicchio d'aglio
  • Olio EVO q.b.
  • Sale q.b.

Realizzazione

 

Tritate assieme il sedano, la carota, la cipolla e l'aglio. Io, come da mia personalissima tradizione, lo faccio con la mezzaluna perché mi piace un trito molto sottile e che poi si vada a perdere nell'insieme del ragù. Potete anche optare per una brunoise, tagliando a dadini piccoli di tutti gli ortaggi.

Versate in un tegame un fondo generoso di olio evo, aggiungeteci il trito e fate andare a fiamma bassa sino a consumarlo per bene.

Aggiungete quindi la carne e, alzando la fiamma, fatela rosolare per bene dividendola con un cucchiaio affinché si sgrani per bene. 

Sfumate con il vino bianco e fate evaporare completamente.

 

Questa ricetta, su Prendiamoci del Tempo, è realizzata in collborazione con Create Ikohs e la sua SlowPot Chef. 

 

Pertanto, a questo punto, trasferite tutto nella slowcooking, aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale e impostate il timer a 4:30 ore e avviate il programma in modalità riscaldante 'Low'.

Se non avete una slowcooking, procedete alla cottura in pentola, usando una fiamma davvero davvero minima e facendo pippiare il ragù per almeno 4 ore: in questa modalità di cottura, avrete bisogno di attenzionare di tanto in tanto il ragù per evitare che si attacchi e possa bruciare.

Trascorse le 4 ore e mezza, aggiungete il latte.

Si, il disciplinare del ragù alla bolognese, prevede l'aggiunta del latte!!!

Mescolate per bene e fate cuocere ancora per mezz'ora, sia che usiate una slowcooking che una pentola tradizionale.

La consistenza finale dovrà essere  una crema densa e profumata in cui carne e salsa si equivalgono. Non vi resta che scegliere il formato di pasta da condire e... buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder