logopdtlinearenewversion
logopdtlinearenewversion

Cookie Policy

Privacy Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

Tortino di carciofi

16-03-2022 15:37

Prendiamoci del Tempo

Tutto il resto, Piatti unici, Ricette Primaverili, carciofi, carciofo, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, tutto il resto, tortino di carciofi, carciofi al forno, piatti unici, caciofi sabbiati,

Tortino di carciofi

Il carciofo è un fiore. E se vi dicessi che, giusto giusto a scuola, 'stiamo studiando' il fiore?! State attenti che il plurale maiestatis non è usato a caso...

224_tortino-carciofi_a.jpeg

Il carciofo è un fiore.

E se vi dicessi che, giusto giusto a scuola, 'stiamo studiando' il fiore?! State attenti che il plurale maiestatis non è usato a caso visto che i compiti col Moccuso si fanno assieme: io mi diverto un sacco, lui un po' meno. Ma non perché non ne abbia voglia, anzi!: ma perché credo che una qualche elica di DNA imponga ai moccusi di continuare a preferire il gioco al dovere, a quell'età.

Con i carciofi sparsi là, sul tagliere, capite bene che l'occasione era troppo ghiotta per lasciarsi sfuggire il predicozzo sul fiore:

'Vedi?! Stelo, sepali, corolla, 'petali' e, se lo tagliamo a metà (ZAC!) l'ovario. Che ti dicevo io: è un fiore!'

'Ah! Ogni tanto hai ragione, papo...ma ovviamente non è che ora ce li dobbiamo anche mangiare questi cosi con la scusa che sono dei fiori!?'

La strategia dell'avvicinamento con passo felpato, circospetto e facendo il giro largo fischiettando, ha miseramente fallilto. Meglio sarebbe stato se a scuola 'stessimo studiando' il germe di grano, che ne so, o la fisiologia del suino.

Vabbene, reset delle periferiche, riavvio del sistema (coi moccusi moderni, se non viaggi almeno 100kb più veloci di loro, ti fregano facendoti persino contento...) e gli faccio: 

'Ma io mica ti faccio mangiare i carciofi come farebbero tutti: io ci metto il guanciale, bello croccante. E ci metto anche le patatine fritte!!!'

'Ah, ok. Almeno mangio le patate e il guanciale, dai! Grazie Papo'.

System error!

File not found!

System error!

File not found!

Devo parlare con le Maestre: dobbiamo iniziare subito a studiare Genetica Molecolare, ché io devo capire presto come sostituire quella parte dell'elica del DNA al Moccuso. Sperare di fregarlo sui GigaByte, è una partita che inizio a perdere troppo spesso!


Il Piatto

Difficoltà: facile

Preparazione: 40 minuti

Cottura: in padella e in teglia, sul fuoco e in forno

Dosi: per 4 persone

Costo: basso


Ingredienti

  • 6-7 carciofi
  • 2 patate
  • 2 fette spesse di guanciale 
  • Un limone
  • Acqua q.b.
  • Due spicchi d'aglio
  • Vino bianco q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Una manciata di pangrattato
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.

Realizzazione

Iniziamo pulendo i carciofi.

Preparate una ciotola riempiendola di acqua e spremeteci dentro il succo del limone.

Eliminate le foglie esterne dei carciofi, sino ad arrivare a quelle meno coriacee. Con un coltello, eliminate le parti terminali delle foglie rimaste e lavorate così sino ad ottenere solo il cuore: tagliateli a metà e poi a spicchi ed immergeteli via via nell'acqua e limone per evitare che anneriscano.

Non gettate le foglie esterne, si possono riutilizzare facendoci un brodo. Per farne cosa?! Ve lo dirò in una prossima ricetta!

Pelate le patate e, dopo averle tagliate a spicchi, mettetele a bagno in acqua in modo da fargli perdere gli amidi.

Tagliate il guanciale in striscioline sottili.

Passiamo alle cotture.

In una padella, a secco, fate sfogare il guanciale a fuoco basso: giratelo di tanto in tanto e, quando avrà perso il suo grasso e sarà diventato croccante, prelevatelo dalla padella e tenetelo da parte.

Aggiungete l'aglio in padella e fatelo rosolare per un paio di minuti: scolate i carciofi e tuffateli dentro. Coprite col coperchio, salate e fateli stufare a fiamma bassa. 

Nel frattempo, versate dell'olio evo in un'altra padella, fatelo scaldare e aggiungeteci le patate. Salate e fatele cuocere girando di tanto in tanto: siate delicati in questa operazione affinché le patate non si rompano e rimangano intatte il più possibile.

224_tortino-carciofi_b.jpeg224_tortino-carciofi_c.jpeg

Finito di cuocere carciofi e patate, ungete con un velo d'olio una teglia bassa e disponeteci dentro prima i carciofi e poi le patate. 

Fate una lieve spolverata di pepe nero, cospargete il tutto con una manciata di pangrattato e finite con un giro di olio evo. Non eccedete con il pangrattato: dovrete ottenere una sorta di 'sabbiatura', non una panatura consistente.

Disponete sopra il guanciale e ripassate in forno già caldo a 220°C con funzione grill sino a tostare il pangrattato. 

224_tortino-carciofi_d.jpeg

Sfornate, fate intiepidire e... buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder