LogoPdTLineareNEWVERSION
LogoPdTLineareNEWVERSION

Privacy Policy

Cookie Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

Fette biscottate

03-10-2020 07:00

Prendiamoci del Tempo

Cucina, Pane, Pizza, Lievitati, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, lievitati, impasti, lievito madre, lievito naturale, colazione, lievitazione, fette biscottate, fette, prima colazione, impastare,

Fette biscottate

Non so da voi ma, a casa mia, troppo spesso le fette biscottate erano viste come una panacea alimentare quando si stava male. Avevi mal di stomaco?!..

168fettebiscottate-1601477276.jpeg

Non so da voi ma, a casa mia, troppo spesso le fette biscottate erano viste come una panacea alimentare quando si stava male. Avevi mal di stomaco?!.. 'magari stasera mangi due fette biscottate col te'; avevi decimi di febbre?! ...'ti porto due fette biscottate col latte caldo'; nausea o senso di vomito?! ... 'mangia due fette biscottate CHE ASCIUGANO!'

Asciugano!?

Il pecorino sulla Carbonara, asciuga!

La ricotta salata sulla Norma, asciuga!!!

Il forno a 180 gradi per finire la Parmigiana, asciuga!!!

Ad ogni buon conto, io sono cresciuto un po' con questa sensazione da corsia d'ospedale ogni volta che una fetta biscottata mi si parava davanti e leggevo sempre e comunque la cosa come una sorta di penitenza. 

Ho pensato, quindi, che fare delle fette biscottate potesse rappresentare quella terapia d'urto adatta a farmi scrollare di dosso questo retaggio triste ed emaciato.

Perché poi, in fondo, le fette biscottate sono anche strabuone: caspita se lo sono! Io le ho fatte con un inserto al cioccolato giusto per scongiurare eventuali reflussi di memoria ed andare sul sicuro.

E mi credete se vi dico che, persino, inonderete la casa di un profumo meraviglioso durante la biscottatura delle fette?!

Poi, per consumarle, usate del burro e della marmellata o delle creme dolci spalmabili... e l'unica corsia che immaginerete, sarà quella della strada che porta dritta al paese delle meraviglie!


Il piatto

 

Difficoltà: media

Preparazione: 8h circa (impasto e lievitazione) 30 minuti (per la cottura) 90 minuti (per la tostatura)

Cottura: In forno

Dosi: per uno stampo cassetta 30x10x10

Costo: basso


Ingredienti

 

  • 660gr di Farina di tipo 0 o Tipo1 (W 260-280)
  • 300gr di latte intero
  • 70gr di acqua
  • 4gr di lievito di birra (o 100gr di Lievito Madre)
  • 25gr di burro
  • Mezzo cucchiaino di sale
  • Cacao amaro in polvere q.b.

Realizzazione

 

L'impasto

Versate la farina in una ciotola (io utilizzo la planetaria ma, se voi impastate a mano, utilizzate una ciotola capiente).

Sciogliete il lievito di birra o il lievito madre nell'acqua e aggiungetela alla farina: inserite anche il latte ed iniziate ad impastare sino a portare ad incordatura

Unite quindi il sale e il burro in pomata: quest'ultimo almeno in due riprese aspettando di aver incorporato la prima dose prima di aggiungere la seconda.

Dividete ora l'impasto prelevandone un terzo.

Aggiungete il cacao in polvere all'impasto più piccolo e continuate sino a quando non avrà raggiunto un bel colore intenso. La quantità di cacao, decidetela voi in base al vostro gusto.

Lasciate riposare i due impasti in due contenitori separati, chiusi, per circa 30 minuti.

Chiusura e lievitazione

Prelevate gli impasti e, singolarmente, versateli sul piano di lavoro. Riportate le estemità di ogni impasto al centro sino a quando non sentirete prende nerbo all'impasto e, quindi, arrotolateli su loro stessi per formare due palle. 

Mettete a lievitare sempre in ciotola chiusa ad una temperatura di circa 23-25°C attendendo che triplichino il loro volume

Stesura e formatura

Una volta lievitati gli impasti, infarinate per bene il piano di lavoro e capovolgete sopra l'impasto bianco.

Aiutandovi con un mattarello, stendetelo cercando di tenere una forma più rettangolare possibile sino a raggiungere una dimensione di circa 25x25cm.

Passate ora all'impasto al cioccolato che, con la stessa operazione, andrete a stendere in un rettangolo di dimensioni lievemente inferiori.

Sovrapponetelo, quindi, all'impasto bianco e andate ad arrotolarli assieme.

Imburrate lo stampo a cassetta e adagiatevi dentro il rotolo dei due impasti.

Coprite e mettete a rilievitare sino a quando l'impasto sarà arrivato ad un paio di cm dal bordo.

Nota a margine, ma neanche tanto marginale: se voleste fare delle fette biscottate classiche, senza inserto al cioccolato, vi basterà non dividere l'impasto ma lavorarlo tutto assieme per poi stenderlo ugualmente col mattarello e arrotolarlo per farlo rilievitare nello stampo!

Cottura e biscottatura

Ultimata la seconda lievitazione, chiudete lo stampo e infornate in forno statico preriscaldato a 160°C per circa 30 minuti. Sfornate e prima di aprire il coperchi a slitta, attendete che il vostro lievitato si sia intiepidito.

Sformatelo ponendolo su una graticola per farlo raffreddare completamente: probabilmente, a seconda delle temperature che avete in casa, vi ci vorranno parecchie ore. Coprite con un panno, semmai, e penserete alla tostatura in un secondo momento.

Una volta freddo, affettate il vostro lievitato a fette di circa 5-7mm di spessore: cercate di essere regolari nel taglio.

Disponete le fette su delle griglie da forno (griglie, mi raccomando, non placche o teglie!!!) e infornate in modalità ventilata a 60-70°C con spiffero del forno aperto per circa 90 minuti o, comunque, sino a quando le vostre fette non saranno belle asciutte e biscottate.

Sfornatele, fatele freddare completamente e sempre su delle graticole per evitare condense e conservatele in sacchetti per alimenti o in contenitori a chiusura ermetica.

A me, non resta che augurarvi...buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder